seedsinfair2

Qualcuno ci chiede come calcificare i latti vegetali naturali, così abbiamo fatto un elenco di semi e ortaggi ricchi di calcio, per aiutarvi a potenziare il contenuto di calcio del latte in modo 100% naturale. È interessante soprattutto per:

  • persone intolleranti al lattosio
  • donne incinte
  • bambini
  • adulti sopra i 40 anni

on siamo perfetti, così continueremo ad aggiornare questo elenco con ulteriori informazioni.

Frutta secca (Calcio in milligrammi per 100 grammi di semi):

  • (Miligramos de calcio por cada 100 gramos de semilla)
  • FRUTOS-SECOS
  • Mandorle: 264 mg. (trattate con “ossalato”. È possibile ridurlo mettendo in ammollo I semi per 7-24 ore.)
  • Nocciole: 140 mg.
  • Pistacchi: 136 mg (grandi quantità possono essere indigeste).

Piccoli semi (Calcio in milligrammi per 100 grammi di semi):

Sesamo: 975 mg

Tahína o Crema di Sesamo: 60 mg

Lino: 264 mg (contiene molta mucillagine e il latte diventa molto denso, quindi raccomandiamo di usarne soltanto un cucchiaio e dell’acqua a temperatura ambiente, e non calda)

Amaranto: 182 mg

 

linaza

Verdure (Calcio in milligrammi per 100 grammi di foglie fresche):

Tarassaco: 187 mg (più calcio del latte di mucca, assorbito più facilmente)

Barbabietole, cardi, spinaci e porri: 114-187 mg. (Attenzione con gli spinaci, perché il prodotto crudo contiene anche anti-nutrienti.*)

Cavolo : 135 mg

barazkiak

Erbe aromatiche (Calcio in milligrammi per cucchiaio):

Timo, aneto, maggiorana e rosmarino: 40 mg – 60 mg

Salvia, origano, menta, semi di papavero, prezzemolo e basilico: 20 mg
aromáticas

Altre opzioni (Calcio in milligrammi per 100 grammi):

Datteri e uvetta: 70 mg

Olive: 63 mg

Ceci: 145 mg

Anche l’acqua minerale ha molti minerali, incluso il calcio. Ma la percentuale è variabile, a seconda del tipo di acqua.

Come regola generale, ricordarsi che ogni seme è simile all’altro, ma non è una scienza esatta. Due mandorle non hanno lo stesso contenutogarbantzuak di calcio. I valori nutritivi dipendono da diversi fattori, come la quantità di acqua assorbita, le ore di sole, ecc., quindi i valori presentati non sono esatti e devono essere utilizzati come approssimazione.

Oltre a conoscere la quantità di calcio contenuta in ogni alimento, è molto importante conoscerne anche il livello di anti-nutrienti (ossalati e fitati) contenuto in ognuno. Gli anti-nutrienti hanno la capacità di inibire l’assorbimento di calcio e altri minerali, e non sono molto digeribili. Il trucco è mettere in ammollo i semi per minimizzare il livello di anti-nutrienti. In questo articolo del Conasi c’è una spiegazione dettagliata di come risolvere il problema:

http://www.conasi.eu/blog/consejos-de-salud/antinutrientes-consejos-de-salud-consejos-de-salud/antinutrientes-inhibidores-de-la-asimilacion-de-minerales/post maizan in english.

Tra i cibi che aiutano l’assimilazione del calcio, le prugne secche meritano una menzione speciale. Per compensare l’eccesso di acidi, il nostro corpo estrae il calcio dalle ossa e lo rilascia nelle urine, favorendo la perdita di calcio osseo. I ricercatori credono che potassio e magnesio aiutino a neutralizzare questo acido. Questi sono disponibili in diversi tipi di frutta, ortaggi e frutta secca, e aiutano a mantenere bilanciato l’acido e, di conseguenza, la salute delle ossa. Le prugne secche neutralizzano gli acidi creati dalla digestione sono altamente alcalinizzanti.

In più, il cibo di agricoltura biologica è “pulito”. Senza tossine dei trattamenti industriali, che siano fertilizzanti, stabilizzatori chimici e / o conservanti, che causano l’accumulo di tossine nel corpo. Quindi, mangiando biologico, non dovremo spendere energia trattando ed espellendo queste sostanze chimiche in eccesso nel corpo.

Raccomandiamo sempre di consumare semi locali, quelli che sono coltivati vicino casa. Mangiare cose locali aiuta il corpo ad assimilare meglio i nutrienti e potenziare il sistema immunitario costruendo le difese necessarie in quel tipo di ecosistema.

 

oatmilkblacksesame

Proposte:

  • Usare il tarassaco (fresco o le foglie essiccate) o le erbe aromatiche per mineralizzare e calcificare i latti vegetali. Ci sono alcune idee su come farlo in questo link sul “migliorare i latti vegetali con gli infusi”.
  • Aggiungere 1 o 2 cucchiai di semi di sesamo tostato ai latti vegetali.
  • Usare datteri o prugne secche per addolcire i latti vegetali.

Sappiamo che parte dei nutrienti dei semi restano nella polpa, quindi meglio riciclarla facendo qualcosa di originale e sano. Alcune opzioni sono:

IMG_0143

Terrina di mandorle o nocciole con olive, aggiungere delle erbe e un cucchiaio di tahina per insaporire la polpa… O mescolare la polpa con ceci (ricchi di calcio) e aglio per fare l’humus… O qualcosa di dolce come della crema al cioccolato… Alcune idee su come riciclare le polpe sono in questo link.

A quanto pare, calcificare i latti è un delizioso piacere culinario… uhmmmmmm!!