CHI SIAMO

Mi chiamo Andoni, sono un artigiano horchatero dal 2003, quando ho creato www.monorxata.com.

Il problema dell’autentica horchata di cipero è che dura soltanto 5 giorni in frigo. Spesso ci chiamano albergatori di Barcellona o Madrid che vogliono la horchata, ma dal momento dell’invio fino alla ricezione, è quasi da scaduta.

Perciò è nata la necessità di inventare qualcosa che risolvesse il problema. Ovvero, uno strumento che ti permette di fare la tua horchata, semplicemente partendo dal cipero, dato che questo seme può essere conservato a lungo.

Per chi ci segue dall’Italia, il cipero è un seme millenario, super nutriente, che in Europa viene coltivato soltanto a Valencia (articolo sul cipero e la horchata).

raicc81ces-chufa-300x225

Pianta di cipero.

L’idea ispiratrice di Chufamix è nata il 5 gennaio 2012, in un piccolo paesino nel mezzo del nulla, che io adoro, chiamato Cascante del Río (Teruel).

La mia compagna, Itziar, amante di frutta e verdura biologici, (che ella stessa coltiva nel suo orto) stava facendo un purè di verdure con un frullatore a immersione, mentre io mi spremevo le meningi cercando una soluzione alla sfida che avevo tra le mani.

All’improvviso, mi venne in mente l’immagine del nostro laboratorio artigianale di horchata ad Alboraya (Valencia).

obrador-225x300

Laboratorio di horchata, Alboraia.

Insieme al rumore del frullatore di Itziar, tutto si trasformò in un momento magico.

Cosa avremmo creato se avessimo prodotto una versione mini del setaccio gigante del laboratorio e avessimo sostituito il mulino di macinazione e le lame di estrazione con un frullatore a immersione?

Detto, fatto. Riportammo l’idea su carta e iniziammo i lavori per produrre un prototipo, pronto 3 mesi dopo.

Con la curiosità e l’immaginazione degne di un bambino, facemmo la prima prova con cipero, acqua e zucchero di canna. L’invenzione funzionò e la horchata era buonissima!!

Allora Itziar mi chiese quale sarebbe stato il risultato se, invece del cipero, avesse messo mandorle, soia o avena. La risposta è in questo blog.

A cominciare da questo momento, decidemmo di tuffarci in questa avventura, chiamata Chufamix, in onore dell’idea di base. Tutto ciò è stato fatto senza paracadute, in un paese come la Spagna che non appoggia questo tipo di progetti delle piccole imprese, in modo abbastanza folle da provare a far avverare i nostri sogni.

Grazie a Chufamix abbiamo fatto ricerche approfondite sulla moltitudine di latti vegetali prodotti in tutto il mondo, da migliaia di anni, sorprendendoci continuamente delle nostre scoperte, e le condivideremo sul blog.

In solo due anni, è stato un piacere vedere come, nelle fiere ecologiche internazionali più importanti di Parigi, Londra, Bologna, Stoccolma, Melburne… la gente si innamori della nostra invenzione che, da quel momento, ha smesso di essere nostra per appartenere ad una comunità internazionale di amanti di chufamix, che abbiamo la fortuna di poter chiamare amici.