Il latte di semi di lino, anche chiamato latte di lino, è un latte vegetale molto apprezzato per i suoi diversi vantaggi per la salute. Troviamo altro piccolo seme con proprietà nutrizionali interessantissime ideale per includere in qualsiasi dieta salutare.

1 – Benefici del latte di semi di lino

I semi di lino spiccano per un alto contenuto in Omega 3, fibra, proteine d’origine vegetale e minerali come il magnesio e il potassio. Hanno anche antiossidanti importanti, come l’acido cumarico, felurico ed i lignani. È anche ricca in vitamine B, C ed E.

Per queste proprietà, il latte di semi di lino è consigliabile per tutti e specialmente per le persone che soffrono di diabete tipo 2, per donne con la menopausa, per persone con problemi di peso e/o con alti livelli di colesterolo.

Comunque bisogna avere cura con la dose di ogni giorno. Prendere lino in eccesso può produrre effetti avversi come diarrea(per l’eccesso di fibra) o avvelenamento, giacchè ha piccole quantità di cianuro. Entrambi nutrienti presi in dose alte oltrepassano la capacità del nostro corpo di neutralizzargli provocando effetti avversi.

Per tutto questo conviene non oltrepassare la dose di 30 grammi per giorno di semi di lino, cioè una o due cucchiaiate. Prendendola nella giusta misura avremo una buona alleata per la salute della nostra pelle, intestini, cuore e sistema ormonale.

2 – Ricetta del latte di semi di lino

Ci sono diverse maniere di fare il latte di lino. È un seme abbastanza complicato di fare per la quantità di fibra naturale che contiene. Ci vuole misurare bene la quantità di semi e controllare la temperatura dell’acqua, perché è molto sensibile al calore e può addensarsi e diventare tutto un disastro.

Comunque con una Vegan Milker a casa ed una comunità come la vostra che ci fornisce d’idee, ogni giorno impariamo di più sul latte vegetale.

Oggi vi mostro la ricetta di semi di lino che, dopo qualche prova, è quella che ci da il migliore risultato. A differenza delle altre ricette, in questa usiamo il seme macinato, un dettaglio che migliora sia il processo d’elaborazione sia il risultato finale.

 

Ingredienti:

  • 25 grammi di lino dorato macinato
  •  1 litro d’acqua naturale

Preparazione del latte di semi di lino

  1. Macinare i semi di lino con un macinino tradizionale o con uno elettrico*
  2. Mettere 250 ml d’acqua nel recipiente di Vegan Milker e triturare la mischia col frullatore in posizione turbo per 1 o 2 minuti
  3. Poi aggiungiamo i 750 ml d’acqua e frulliamo di nuovo per 10 secondi, questa volta in posizione normale.
  4. Quando abbiamo verificato che il latte di semi di lino si è mischiato bene separiamo il filtro e frulliamo un po’di più per rendere più facile il filtrato ( tecnica filtrato express)
  5. Finalmente mettiamo il mortaio di Vegan Milker e pressiamo la polpa fino ad avere le ultime goccie del latte di lino.
  6. Mettiamo il latte in frigorifero e conserviamo la polpa per usarla in cucina. Avete qualche idea nella sezione di polpe di questo blog.
  7. Il latte ci durerà fra 3 e 5 giorni

* In caso di non avere forma di  macinare i semi di lino, consultare questa ricetta con il seme intero: latte di semi di lino scuro 

3- Consigli ed alternative

Sapore: Avendo questo latte un interesse nutrizionale speciale, il latte di lino non è attraente per il palato in generale. Ha un sapore a erbe. Ciò nonostante, Vegan Milker ci permette migliorarla aggiungendo spezie o qualcosa per addolcire; un po’ di cannella, vaniglia o dei datteri possono aiutare ad ottimizzarla.

Il latte di semi di lino è molto sensibile al calore e quindi sconsiglio scaldarla in microonde perché si altera facilmente. È molto meglio scaldarla in pentola a fuoco basso e controllando da vicino perché non bolla. Quando il latte abbia la temperatura che vogliamo spegniamo il fuoco. Così evitiamo che il latte si alteri e inoltre così facciamo che il suo effetto medicinale sia più efficace.

Andiamo avanti coi sperimenti!
Alla prossima!