piantagione di cacao. Katty lavora presso la piantagione di cacao Chuao. Foto di Fernando Carrizales.

Piantagione di cacao. Katty lavora presso la piantagione di cacao Chuao. Foto di Fernando Carrizales.

Nel nostro latte vegetariano spesso sono utilizzati prodotti di cioccolato per contribuire a renderli più attraenti per i bambini con intolleranza al lattosio. Poiché è nel nostro interesse di fornire informazioni dettagliate ai nostri utenti Chufamix, abbiamo partecipato ad una degustazione di cioccolato venezuelano a beneficio della Healing foundation.

Il giornalista che si occupa di cibo Helen Lopez (@ circulosdefuego) ha parlato della necessità di acquistare marche di cioccolato che utilizzano il sigillo del commercio equo e principi etici, poiché si sa che lo sfruttamento lavorativo che circonda questo settore è diffuso. In questo modo, noi proteggiamo la dignità del collettore e delle famiglie le cui vite dipendono dal commercio del cacao.

Ci sono tre varietà di cacao: Criollo, Trinitario e Forastero. Il Criollo è coltivato in Chuao e nel resto del Venezuela; il Forastero è dall’Africa e il Trinitario è un incrocio tra i due.

Foto: Virginia Contreras

 

Dal punto di vista nutrizionale, il cacao è un alimento sano: contiene proteine ​​e più di 300 sostanze che fanno bene al corpo come antiossidanti, stimolanti e neurotrasmettitori. Si dovrebbe cercare di evitare etichette che evidenziano un uso eccessivo di amidi ingrassanti che snaturano la consistenza e il sapore caratteristici del cacao. È importante evitare aromi artificiali abusati come la vaniglia, invece di vaniglia puro.

L’incontro si è concluso con la degustazione di cioccolato fondente nominato migliore del mondo nel 2013, conosciuto come Canoabo, composto da 70% di cacao puro e prodotto in Venezuela.

Il Venezuela è il primo paese al mondo a sviluppare cioccolatini di cacao Criollo. Particolarmente degne di una menzione sono le persone di Chuao, nello stato di Aragua. Tutta la città, che ha circa 2000 abitanti, odora il cacao, che è la fonte di sostentamento del 90% delle famiglie locali.

Katti trabajando en la hacienda de chuao. Foto de Fernando Carrizales

Kati trabajando en la hacienda de chuao. Foto de Fernando Carrizales

I lavoratori sono per lo più donne, perché gli uomini sono di solito pescatori. Le donne si occupano di pulizia dei “conucos” (il frutto del cacao) nella foresta. Raccolgono cacao cantando canzoni antiche, e asciugano il cacao sulla porta della chiesa. Quando il cacao è asciutto lavorano la “panela” (pasta di cacao). Le donne di Chuao sono anche responsabili della propria cooperativa agricola.

Tutto è biologico, ma non certificato. Le donne di Chuao non usano concimi chimici o pesticidi, icespugli di cacao crescono selvatici e con orgoglio, proprio come la cultura popolare di Chuao.

In questa foto, scattata nel 2006 dal nostro amico Andoni (Antxoa) Monforte, possiamo vedere Txentxo e Nora, lavoratori della cooperativa di cacao Chuao.

In questa foto, scattata nel 2006 dal nostro amico Andoni (Antxoa) Monforte, possiamo vedere Txentxo e Nora, lavoratori della cooperativa di cacao Chuao.

Abbiamo il privilegio di essere, da molti anni, amici di Fernando Carrizales, un fotografo venezuelano di fama che vive a Chuau. Fernando e il suo amico, l’artista Angelo Rizo, ci hanno dato un po’ di documentazione su questa meravigliosa parte del mondo.

In questo breve video potrete vedere come si asciuga il cacao, sempre utilizzando la forma di una luna piena alla porta della chiesa del villaggio

Ecco un’intervista con Kati (lavoratrice di cacao) parlando del lavoro quotidiano in un “conuko” (la foresta da cui il cacao è raccolto).

Qui abbiamo donne che cantano durante la festa del paese, il 14 febbraio.

Che arrivi dal Venezuela o da qualsiasi altro paese, assicuratevi di non comprare cacao da fonti di “commercio sleale”. Milioni di famiglie in Sud America e in Africa dipendono dal nostro potere d’acquisto. Una volta che diciamo “BASTA!”, smetteremo di supportare i prodotti per cui beneficiano solo poche multinazionali.

 

Imagen 1

Panela di caccao de Chuao, Venezuela.

 

Un grande abbraccio a tutti gli amici e alle famiglie di Chuao; Nora, Txentxo, Tibisai, Erwin, John Speed ​​e sua sorella, Mao, Felix, Orlando, Mela, Priska, Chawa, Juan José, Juana, Malibu … non perdete mai ciò che vi rende unici, il cacao, pesce, diavoli, tamburi , la cultura e anche il vostro latte d’asina!